Da qualche giorno ho l’influenza, di nuovo.
Così oggi pomeriggio ho acceso la televisione e mi sono imbattuta in un’intervista a Lina Wertmller, regista che non amo particolarmente ma che è certamente dotata di intelligenza e sensibilità.
Mi è molto piaciuta la sua risposta alla domanda: "A quale delle tue opere sei legata di più?"

Ha risposto:

"Come faccio a dirlo? Sono tutti figli miei. Alcuni li amo per i pregi. Altri per i difetti".

 

Una risposta sincera. E bella.